26 febbraio 2007

L'ossessione, a monte

Imperdibile, su Il Giornale di oggi, il commento e la risposta di Ruggero Guarini alla fatidica domanda:

Perché Fassino, nei momenti delicati, tenta sempre di rilanciare la leggenda di Berlinguer? Perché D’Alema, quando deve riaccendere l’orgoglio del partito, non manca mai di ricordare la lezione di Berlinguer? Perché Veltroni, tutte le volte che avverte il bisogno di tornare a interrogarsi sui motivi per cui si iscrisse al Pci, rievoca sempre il fascino di Berlinguer?


Così, tanto per ricordare da dove nascono le "contraddizioni" della sinistra.

1 commento:

rob ha detto...

Grazie per la segnalazione, Walter. Guarini ha centrato il cuore della questione, che appunto è "a monte." Ciao